lunedì 14 luglio 2008

Mass Effect

La BIOWARE, famosa casa produttrice di videogames altrettanto famosi (Neverwinter Nights, Star Wars: Knights of the Old Republic e Baldur’s Gates) ritorna alla grande con un nuovo titolo per console next-gen (XboX360) e PC: Mass Effect (ME).
E' un misto tra gioco di ruolo e azione così da far contenti gli amanti di ogni singolo tra questi generi. Sarà possibile crearsi un personaggio (maschile o femminile) con la possibilità di svilupparne le caratteristiche, a propria scelta, che andranno ad influire, e non poco, sullo stile di gioco; potremo far diventare il protagonista una persona riflessiva che sa ricorrere alla diplomazia invece di attaccare, oppure un soldato addestrato che risolve facilmente qualsiasi controversia con l’uso della forza (e anche delle armi).
Come nella maggior parte di giochi di ruolo sarà possibile scegliere la classe base del personaggio tra : il “Ricognitore”, la “Sentinella”, il “Soldato”, l’”Ingegnere”, l”Adepto” e l’”Incursore.
Durante l’avventura noi impersoneremo il comandante Shepard che potrà gestire anche un gruppo di personaggi (tre al massimo) tra quelli esperti nel maneggiare le armi, quelli con la capacità di curare, quelli che riescono a “eludere” qualsiasi serratura elettronica con facilità e tanti altri. Una cosa da dire è che anche questi personaggi, al pari del principale (il nostro), avranno la possibilità di vedere aumentare le loro caratteristiche dato che potremmo ripartire i punti accumulati a fine missione anche tra loro sbloccando, così, nuovi poteri tecnologici e biologici, corazze e armi.
Come già detto questo è anche un gioco di azione nel quale non saranno pochi i momenti in cui dovremo affrontare il nemico ma, attenzione, non basta solo sparare… bisogna anche usare un po’ di strategia per risolvere il conflitto. In qualsiasi momento sarà possibile mettere il gioco in pausa e scegliere quale abilità assegnare al nostro personaggi e ai suoi compagni con i relativi bersagli da attaccare, sarà anche possibile scegliere il tipo di arma da equipaggiare facendo attenzione a non darla ad un personaggio che non la può utilizzare (pena la diminuzione della loro efficacia). Durante i combattimenti, inoltre, sarà possibile impartire ordini in tempo reale al gruppo (cosa che può essere evitata facendo fare tutto in automatico al computer… ma poi che gusto c’è a giocare?? ^^).
Ciò che rende grande ME, comunque è l’universo in cui è ambientato che è credibile e affascinate da esplorare (e sembra preso da un racconto fantascientifico).
All’inizio avremo modo di esplorare la Cittadella, il “fulcro” del gioco, con la poss
ibilità di parlare con i tantissimi personaggi avendo modo di conoscere nuove razze e le loro abitudini, peculiarità e debolezze.
L’universo che andremo ad esplorare è stato curato e studiato con la minima attenzione le cui nuove scoperte saranno registrate in una sorta di enciclopedia (il Codex) sempre pronta alla consultazione di razze, luoghi, personaggi e addirittura le situazioni politiche delle varie galassie dell’universo.
Oltre alle quest principali ci sranno anche delle sottoquest di tipo amoroso nelle quali saremo costretti a scegliere se portare con noi la ragazza che amiamo, o lasciarla al sicuro sull’astronave rischiando di litigare perché lei vuole entrare in azione. Tornando all’universo c’è da dire che è immenso e totalmente esplorabile in assoluta libertà, che ogni pianeta ha caratteristiche proprie con territori desolati e quasi privi di vita, altri con numerose civiltà che vi convivono per
sfruttarne le numerose risorse. Per portare a termine il gioco non è necessario esplorare tutto, ma se uno lo vuole completare per bene può atterrare su ogni pianeta possibile ed esplorarlo a fondo per ritrovare reperti, risorse e quant’altro. La superficie di molti pianeti è esplorabile anche grazie ad un veicolo (il Mako) molto utile e divertente da guidare equipaggiato con una mitragliatrice ed un cannone.
Il comparto audio è reso in maniera eccelsa con dialoghi tradotti in italiano e doppiati con estrema cura.
Il comparto grafico sfrutta a dovere l’Unreal Engine sia dal punto di vista tecnico, sia da quello artistico. Qualche incertezza può essere mossa per quanto riguarda le ombre che talvolta non vengono rese alla perfezione, ma tutto ciò è di poco conto in confronto allo stile del gioco nel quale è difficile trovare qualcosa che non va.

Le scene di intermezzo sono state realizzate usando il solo motore di gioco, quindi non sono state utilizzati video pre-renderizzati; il tutto è stato fatto per accentuare ancora di più il senso di continuità al gioco.
Un aspetto negativo sono le missioni secondarie che, primo, sono tantissime, secondo, che alla lunga possono risultare ripetitive.
Passiamo ora ad esaminare alcune tra le differenze tra le due versioni del gioco dato che la versione per PC è stata migliorata o peggiorata in alcuni elementi:



1) i minigiochi presenti sono più interattivi e divertenti sulla versione per PC rispetto a quella per XboX360;



2) graficamente la qualità è la stessa senza notare delle grosse differenza ad eccezione dell’”effetto grana da pellicola”,garantendo al gioco una visualizzazione tipo cinematografica, che su console è stato reso con maggior pregio, quindi con un impatto visivo migliore (su PC potrà anche piacere ma è consigliabile disattivarlo per godere di immagini più nitide);



3) l’interfaccia di gioco su PC è più piccola rispetto alla controparte XboX360, quindi lascia più spazio alla visuale di gioco;


4) durante il combattimento sulla versione per console è possibile impartire ordini solo alla squadra, mentre nella versione PC possiamo impartire ordini al singolo individuo rendendo più tattici e divertenti gli scontri;



5) il sistema di controllo è stato migliorato su PC grazie alla combinazione mouse/tastiera.




ecco alcuni screenshots:




esempio di come si caratterizza e si equipaggia un personaggio...



ecco chi e cosa potremo incontrare...



thanks to: rivista "Giochi per il mio computer" agosto 2008

images: IGN.com

Nessun commento: